" />

Cosimo Caliandro corre Italia-Finlandia

Posted by linfordbif in Italia

Italia-Finlandia: in gara anche Cosimo Caliandro(Fonte Datasport) Il Direttore tecnico azzurro Nicola Silvaggi ha pubblicato l`elenco dei convocati per l`incontro assoluto Italia-Finlandia. La attesa sfida internazionale e` in programma sabato prossimo 2 febbraio al Palaindoor di Ancona. Trentasette gli atleti azzurri (18 uomini e 19 donne) chiamati, primo appuntamento per le squadre assolute del 2008. Tra loro il campione d`Europa indoor dei 3000 metri Cosimo Caliandro (Fiamme Gialle, fara` il suo esordio in sala al rientro dopo lo stage sulle alture della Namibia), il primatista italiano di triplo Fabrizio Donato (Fiamme Gialle, sara` impegnato nel lungo), il finalista dei 60 metri agli Euroindoor dello scorso anno Fabio Cerutti (Riccardi), e l`ottocentista dell`esercito Lukas Rifeser (Esercito, 1:48.29 a Monaco il 13 gennaio, crono che gli vale il quarto posto continentale 2008).

Tra le donne grande ritorno in azzurro di Vincenza Cali` (Fiamme Azzurre, 60 metri), per il nuovo impegno nel lungo di Valeria Canella (Fiamme Azzurre, gia` a 6,53 quest`anno, settima piazza europea dell`anno), e per l`esordio in nazionale assoluta della junior Serena Capponcelli (Atletica New Star), che su questa stessa pista, domenica scorsa, ha conquistato il titolo italiano di categoria di prove multiple. Inizio delle gare alle ore 18, precedute, alle 15.30, dalla festa dell`atletica delle Marche.

Commenti? | Jan 29, 2008

La Cinquemulini in salita

Posted by linfordbif in Italia
( Fonte Datasport ) Piu' dislivelli, pozzanghere e fango nella Cinquemulini, la classica internazionale di corsa campestre che si svolgera´domenica a San Vittore Olona.

La pista in terra battuta sara' deviata in parte sugli argini del fiume Olona, per 2.620 metri (2 giri per le donne, 4 per gli uomini) con i passaggi in due mulini ad acqua che obbligano gli atleti alla fila indiana. Fra gli uomini il corridore da battere e' l'eritreo Tadese (FOTO), campione del mondo in carica; fra le donne la keniana Korikwiang.

Commenti? | Jan 29, 2008

La Germania in primo piano

Posted by linfordbif in International

Ferve l'attività in quella che si può considerare la nazione-guida, per quanto riguarda le riunioni indoor: stiamo parlando, ovviamente, della Germania. In campo maschile nei 60m buon risultato del ventenne, grande speranza della velocità, JULIAN REUS, che corre a Dortmund (26/01) in 6"76. L^atleta è il Campione Europeo Juniores in carica dei 100m: conquistò il titolo l'estate scorsa ad Hengelo (Ola). Negli 800mt a Glasgow (26/01) secondo posto per RENE HERMS (26 anni) in gara tattica, con il tempo di 1.50"35. A Potsdam (26/01) nei 3000mt CARSTEN SCHLANGEN (28 anni) ottiene con 7'51"90 il pass per VAL08. In una gara di solo salto con l'asta, a Dormagen (25/01) si mettono subito in luce i migliori atleti della specialità: vince TIM LOBINGER con 5.76mt, che prevale su BJORN OTTO piazzato con 5.70mt. Gareggia, viceversa all'estero, la madaglia di bronzo di OSA07, DANNY ECKER, che a Mosca (27/01), nel 17° Russian Winter Indoor Meeting, salta 5.55mt, con il quale non va oltre l'ottavo posto. Nel getto peso si mette il luce il giovane MARCO SCHMIDT (24 anni) che ottiene la misura di 19.31mt (Sindelfingen 26/01). Minor fermento registriamo in campo femminile: parecchie riunioni, ma di fatto, complessivamente prestazioni con pochi acuti: di fatto assolutamente la migliore atleta del momento è la saltatrice in alto ARIANE FRIEDRICH, che continua a migliorarsi e a Glasgow (26/01) entra nel "mitico club" delle duemetriste: vince infatti con 2.00mt (la serie: 1.84/1 - 1.90/1 - 1.93/1 - 1.96m/1 - 2.00m/2 tre nulli a 2.02). A Sindelfingen nel getto del peso continua a migliorarsi la rientrante CHRISTINA SCHWANITZ, prima con 18.44mt. Concludiamo la panoramica soffermandoci sull'assegnazione dei titoli nazionali indoor di prove multiple. Le gare si sono svolte a Frankfurt (26 e 27/01) ed hanno visto le vittorie di JACOB MINAH (EPTATHLON 5763 punti) e LILLI SCHWARZKOPF (PENTATHLON 4641 punti) (NOUCHISIVESCHI)

Commenti? | Jan 28, 2008

Italiani Indoor di Prove multiple: il vero vincitore č Federico Nettuno

Posted by andycop in Italia

foto tratta dal sito della Fanfulla LodigianaNon me ne vogliano i vincitori di tutte le categorie presenti ai Campionati Italiani Indoor disputati nell'ultimo weekend ad Ancona (dagli assoluti, alle promesse, dagli junior agli allievi). Sarà, ma per me il vero vincitore dei Campionati Italiani è stato Federico Nettuno, classe 1975 portacolori della N.A.Fanfulla Lodigiana. In realtà il buon Federico è giunto 5° a circa 440 punti dal vincitore (il carabiniere Franco Luigi Casiean), ma uno sguardo più da vicino alle prestazioni ci fa capire che razza di atleta è questo 32enne lodigiano. Un particolare non trascurabile per un decathleta: è alto solo 1,65, ma nonostante la statura da velocista questo fenomeno può raccontare cose che nessun umano ha mai visto prima (su tutti l'icosathlon, cioè il doppio decathlon di cui è recordman italiano... una mostruosità da disputare in due giorni e partorita dall'insana mente di qualche nordico, in cui sono previste, oltre alle tradizionali prove, i 200hs, i 5000, i 10000, i 3000 siepi, il martello...). Tornando ad Ancona, Federico ha vinto i 60 con un probante 7"22. Ha vinto pure i 1000 con 2'45". Ciò che mi ha impressionato però è stato l'1,80 di alto, ma soprattutto l'8"68 nei 60HS!!! Incredibile Federico, allenatore di sè stesso, e amante alla follia delle prove multiple, per le quali in più occasioni ha denunciato a squarciagola la mancanza di interesse (dolosa) degli organi federali. Spero venga a dire la sua su questo sito (a proposito di contatti esterni, Emanuela Baggiolini ha risposto al mio richiamo via etere di stamattina... vedrò di intervistarla). Ad Ancona, lo spunto di cronaca, Nettuno a parte, è stata l'assenza dell'unico vero interprete italiano: William Frullani, un'eterna speranza che stiamo tutti aspettando (io personalmente pensavo diventasse una sorta di nuovo Plaziat) ma che una serie interminabile di infortuni ha bloccato a ripetizione (almeno, stando al sentito-dire televisivo). Nello specifico, giusto dirlo, questi i titoli assegnati:

  • Campionessa Italiana Assoluta: Francesca Doveri (Esercito) 4236 punti
  • Campionessa Italiana Promesse: Luisa Costa (GS Valsugana) 3739 punti
  • Campionessa Italiana Juniores: Serena Capponcelli (Atl. New Star) 3722 punti
  • Campione Italiano Assoluto e Promesse: Franco Luigi Casiean PM (Carabinieri) 5404 punti.
  • Campione Italiano Juniores: Stefano Combi (Ginn. Monzese) 4889 punti
4 commenti | Jan 28, 2008

Meeting di Boston: Defar da Record

Posted by linfordbif in International

Meeting Boston: Defar, esordio con il botto(fonte Datasport) Grande esordio stagionale per Meseret Defar al meeting indoor di Boston. L`etiope ha realizzato la migliore prestazione mondiale di tutti i tempi nelle due miglia correndo in 9`10``50. Defar batte il 9`23``38 ottenuto dalla statunitense Regina Jacobs il 27 gennaio 2002. Nella gara maschile l`australiano Craig Mottram si impone con il tempo di 7`34``50. Nei concorsi da segnalare il 4.60 della statunitense Jenn Stuczynski nell`asta e il 20.97 del connazionale Christian Cantwell) nel peso. Sottotono invece la campionessa olimpica e mondiale Carolina Klueft, solo terza nel lungo con un modesto per lei  6.34.

Commenti? | Jan 28, 2008

L'atleta della settimana dal 14 al 20 gennaio (II): Lucia Soranzo

Posted by andycop in Mondo Master

foto tratta da www.tuttopodismo.itNello scegliere l'atleta master della seconda settimana, abbiamo preferito guardare al mondo femminile e ad una mezzofondista: la F55 Lucia Soranzo (nell'anno del transito alle F60). Questo nonostante nell'AGC il velocista M55 Antonio Rossi abbia ottenuto un valore assoluto migliore della Soranzo (95,97 vs 94,75). Ma l'ottenimento di un risultato sui 60 è (relativamente) più facile che in una gara di mezzofondo, indoor, corsa praticamente da sola. In più aggiungiamoci che per Lucia i risultati ottenuti su 1500 e 3000 sono i migliori risultati femminili italiani sino ad oggi. Di più: sono gli unici risultati femminili sopra il 90%! (11'51"29 sui 3000 e 5'48"02 sui 1500). Ho cercato sulla rete qualche notizia sulla Soranzo, per scoprire che, come ogni master che si rispetti, è un vero e proprio personaggio: maratone nei deserti, triathlon, maratone, mezze... adesso anche l'honour di webatletica: atleta della settimana!


I vincitori del riconoscimento "Atleta della settimana"

  1. 14-20 gennaio : SORANZO Lucia, M55 1500 e 3000mt
Commenti? | Jan 28, 2008

La settimana dei master, D'Oro e Baggiolini

Posted by andycop in Mondo Master

La III settimana delle indoor-master si è conclusa con due record italiani (Giancarlo D'Oro nei 60 M45 ed Emanuela Baggiolini negli 800 F35) rendendoci particolarmente difficile scegliere chi sarà l'atleta di questa settimana appena conclusa. La varesina ha ottenuto 2'14"46 ad Ancona giovedì, triturando letteralmente il precedente record di 3 secondini. Sto cercando di contattarla via internet per farmi dare qualche informazione più dettagliata sulla prestazione (sperando si ricordi ancora di me, dopo i fasti dell'anno di grazia 1991 in cui la conobbi in un triangolare junior Italia-Francia-Spagna... entrambi correvamo per l'Italia, naturalmente). Emanuela è sicuramente un valore aggiunto alla categoria master italiana: titolo mondiale a Riccione sui 400hs a parte, la Baggiolini è ancora una delle migliori interpreti assolute (italiane) del giro di pista con ostacoli. Pensate, sopra i 35 anni, con il suo 59"98  Nella classifica mondiale 2007 ha davanti soltanto Tetyana Tereshchuk Antipova (semifinalista e prima esclusa dalla finale mondiale di Osaka l'anno scorso)  e l'icona americana Sandra Glover... E c'è chi pensa che i master siano quelli dai 90 in sù... Altro discorso, invece, merita Giancarlo D'Oro. Il record lo avevamo ampliamento annunciato: persino il coach Salvino Tortu (demiurgo dell'atleta) si era sbilanciato, durante un'intercettazione telefonica con il sottoscritto. Il risultato (7"37 sui 60 mt) è di sicuro valore per una serie di motivi: 1- l'ha corso a Saronno, sulla foam-track... 2- l'ha ottenuto a gennaio; 3- vale molto meno. <segue>

2 commenti | Leggi tutto | Jan 28, 2008

Meeting indoor di Saronno: Berti-Rigo tra Luciani e Tobia

Posted by andycop in Italia

Ho appena letto i risultati del meeting indoor di Saronno (tutti i risultati delle indoor li trovare comunque nell'apposita sezione). SARONNO: Effettivamente nelle prime cronache "lombarde" me ne ero un pò dimenticato, ma ecco qui che spunta il terzo incomodo nella sfida lombarda per lo scettro di sprinter più veloce. Parlo dell'ex vedanese (ora Assindustria Sport PadovaLuca Berti-Rigo, che oggi a Saronno ha piazzato un sontuoso 6"90 (6"97 in batteria), inframezzandosi così tra Andrea Luciani (6"79 quest'anno, e 6"88 ieri a Modena), e Stefano Tobia (6"91). La resa dei conti è rimandata a Genova per i Regionali Indoor. Se passate da quelle parti, fermatevi a dare un'occhiata. Sulla sua scia è giunto in batteria il mio amico Max Dentali (Atl. Riccardi), con 7"00. Non conosco le ragioni di questa prestazione (Max vanta anche un podio nei 60 agli italiani assoluti) che per lui non è certo eccezionale. Parlavo proprio oggi con il velocista albanese Arben Makaj, il quale mi ha riferito di un incontro fugace con Max presso il centro sportivo XXV aprile di Milano. In questo veloce tete-a-tete, Max avrebbe rivelato di ottenere in allenamento in tempi sui 6"5 sui 60, che lo avrebbe quindi portato a proiezioni sui 7"... detto-fatto. Sua intenzione sarebbe infatti "girare" sui 6"3, per poter tornare a sua volta sui 6"80, che valgono l'accesso alla finale degli italiani assoluti. Nella medesima gara, in finale anche il patavino Enrico Pra-Floriani è riuscito ad abbattere la barriera dei 7" (6"99). Confermiamo nel frattempo anche il 7"37 di Giancarlo D'Oro, nuovo recrod italiano master M45. Nella prossima news commenteremo anche questo e dello spessore di un risultato ottenuto su una pista tradizionalmente "lenta". Tra le donne domina Manuela Grillo (7"55 e 7"60): di un paio di decimi più lenta rispetto alle uscite di Sordelli e Calì, per ambire al titolo nazionale. Nel lungo Mattia Nuara stacca 7,37 battendo l'emergente Davide Crosta di 10 centimetri. Quarto l'altro mio amico Davide Lorenzini con 6,93 (in una telefonata di venerdì sera mi aveva confermato un discreto stato di forma, ed un risultato superiore ai 7 metri... peccato). Quasi non vedevo un risultatone; quello del carabiniere Carlo Alberto Mainini, 7"96 e 8"05 nei 60 ostacoli. Ed infine super-Pellegrinelli torna con le sue super prestazioni. Lo ricordo per i più distratti: Monica Pellegrinelli, ticinese, quindi Svizzera, classe 1965 è la primatista mondiale dei 60hs, nonchè dei 100hs, nonchè campionessa mondiale master. Se vi par poco... Ultima news, che mi piacerebbe che fosse confermata del diretto interessato, prima di passarla all'ufficializzazione: Giovanni Puggioni ad Iglesias ha corso in 7"16.   

1 commento | Jan 27, 2008

Record annunciati: Record Italiano M45 dei 60 mt di Giancarlo D'Oro!

Posted by andycop in Mondo Master

In diretta comunico che ad Aosta è appena stato battuto il record italiano 60 mt M45 da parte di Giancarlo D'Oro. 7"37 come comunicatomi dallo stesso coach Salvino Tortu che era il vecchio detentore del record (7"39). Le mie sincere congratulazioni a Giancarlo e Salvino (colui che ha plasmato l'atleta nella sua interezza). Nelle prossime news i dettagli.

1 commento | Jan 27, 2008

L'atleta della settimana dal 7 al 13 gennaio (I): Marco Boggioni

Posted by andycop in Mondo Master

Era un pò di tempo che volevamo indire questo premio: con cadenza (quasi) settimanale, premieremo il miglior master che si è pasrticolarmente distinto nei sette giorni precedenti. La settimana in questione (giunti finalmente i risultati di Napoli) è sicuramente Marco Boggioni, classe 1966 (M40) N.A. Fanfulla Lodigiana, che a Saronno il 13 gennaio ha corso i 60 piani in 7"24. Dalla sua parte anche l'oltre 94% dell'AGC, ma soprattutto il fatto che Marco trova i propri stimoli nello sifdare le giovani generazioni con una professionalità in fatto di allenamenti che non ha pari. (foto tratta dal sito della N.A. Fanfulla Lodigiana).  

1 commento | Jan 27, 2008

Meeting indoor di Rieti e Modena: il ritorno di Chiapperini

Posted by andycop in Mondo Master

Tanto tuonò che piovve. Alla fine Paolo Chiapperini è tornato a far parlare di sè. Il laziale, classe '69 ed M35, quest'oggi a Rieti ha ottenuto due crono da finale Mondiale: 7"11 e 7"16. Con tempi del genere a Linz si arrivava vicini al podio, e per Paolo è solo la prima gara. Non c'è che da migliorarsi, sapendo che chi scenderà sotto i 7" se non sarà oro mondiale, poco ci mancherà. In più titolo italiano praticamente in cassaforte, non avendo visto ancora al momento prestazioni vicine ai 7"20 di altri M35. Infine il 7"11 gli vale l'ingresso nei 10 top-master 2008 nelle indoor (la mia speciale classifica), avendo ottenuto 93,70. A Modena, in contemporanea, Andrea Luciani si è accontentato di un "normale" per lui 6"88 senza nessuno che potesse impensierirlo (il secondo a 7"06). Citiamo nella medesima gara il 7"13 di Michele Paggi e il 7"32 di Marco Giacinti (Markino nel nostro forum). Tornando a Rieti, la gara se l'è aggiudicata Fabio Bellagamba con 7"04 precedendo proprio Chiapperini. Tra le donne ha vinto Jessica Paoletta con 7"73 (7"72 in batteria). I top-master  (in attesa dell'ufficializzazione delle gare di Mantova).

  1. ROSSI ANTONIO 1950 M55 60 7"95 95,97 20-gen ANCONA
  2. PUGGIONI GIOV 1966 M40 60 7"18 94,90 20-gen ANCONA
  3. SORANZO LUCIA 1948 F60 3000 11,51"2 94,75 17-gen ANCONA
  4. BUGIARDINI LIVI 1948 M60 60 8"18 94,55 20-gen ANCONA
  5. BOGGIONI MARCO 1966 M40 60 7"24 94,11 13-gen SARONNO
  6. FORNESI FERIDO 1962 M45 60 7"46 94,09 20-gen FIRENZE
  7. FORNESI FERIDO 1962 M45 60 7"47 93,96 20-gen FIRENZE
  8. CHIAPPERINI PAO 1969 M35 60 7"11 93,70 26-gen RIETI
  9. CHIAPPERINI PAO 1969 M35 60 7"16 93,04 26-gen RIETI
  10. SARACENI ENRICO 1964 M40 400 51"16 92,87 20-gen ANCONA
  11. FORNESI FERIDO 1962 M45 60 7"56 92,84 12-gen FIRENZE
  12. SCARPONI MASSIM 1967 M40 60 7"30 92,66 20-gen ANCONA
  13. CEOLA MAURIZIO 1962 M45 60 7"58 92,60 12-gen PADOVA
  14. SEGATEL MARCO 1962 M45 ALTO 1,95 92,52 20-gen CARAVAGGIO
  15. PETRONCINI ALES 1965 M40 60HS 8"70 92,41 24-gen ANCONA
  16. MORELLI GIULIO 1963 M45 60 (F) 7"58 91,94 12-gen ANCONA
  17. PETRONCINI ALES 1965 M40 60HS 8"79 91,46 12-gen MODENA
  18. PETRONCINI ALES 1965 M40 60HS 8"79 91,46 24-gen ANCONA
  19. SORANZO LUCIA 1948 F60 1500 5'48"02 91,07 20-gen ANCONA
  20. MORELLI GIULIO 1963 M45 60 7"67 90,86 12-gen ANCONA
1 commento | Jan 26, 2008

Fidal: cattivi pensieri (obtorto collo), parte prima

Posted by andycop in Italia

Ho avuto indirettamente la conferma che qualcuno che lavora dentro la Fidal arriva ogni tanto a vedere cosa succede da queste parti. Quindi ne approfitto, ma non per criticare e basta: ma per criticare nella speranza che la critica possa essere lo spunto su cui costruire qualcosa. Oggi voglio riflettere sulla gestione dei dati che fa la Fidal. L'Atletica è per antonomasia lo sport dei numeri: classifiche, ranking, liste, all-time, risultati: ogni aspetto di ogni prestazione che va sotto il nome di Atletica nasce forgiato nei numeri ed è definito da numeri. Nel calcio (il più numeroso degli sport...) i numeri sono solo astrazioni (risultati a parte) e tutto il resto è opinabile (fintanto l'atleta più forte è in definitiva qualcosa che va sotto una percezione e non certo un'inquadratura scientifica). Ora, nell'epoca di internet, guardare quello che fanno le altre federazioni è fin troppo facile. Ritornati su quello che fa invece la nostra federazione nella gestione dei database dei risultati, c'è francamente da rimanere inorriditi. Ad oggi, 26 gennaio 2008, nonostante si siano già avute un 30ina di sessioni indoor in giro per l'Italia (più le innumerevoli su strada), non risulta essere presente ancora nessuna classifica, nessun risultato sul sito Ufficiale della Fidal. Provate ad andare in Fidal.it > Statistiche > Vai alle graduatorie-on-line ... Troverete soltanto l'aggiornamento delle classifiche per gli anni 2005-2006-2007. Sconcertante. Cos'è successo nel 2008? Ad oggi, ufficialmente, non si sa nulla. Ora, provate ad andare a vedere le classifiche on-line di Belgio, Francia, Spagna, Inghilterra (solo per citare quelle dove riesco a muovermi comprendendo qualcosa): è aggiornato tutto praticamente ad oggi! Non solo: le tabelle sono dinamiche (non come l'obrobrio che fornisce il sito fidal), e quando si clikka su un risultato o su un atleta, si può conoscere la scheda dell'atleta, la foto, i risultati della manifestazione, il ranking aggiornato, le classifiche aggiornate... TUTTO. In Fidal.it, no, desolatamente, no. Così, per sapere i risultati delle varie manifestazioni, bisogna navigare ore e ore su tutti i siti "istituzionali" regionali della Fidal per raccattare i vari risultati: nella nostra sezione qui a sinistra (risultati) c'è una summa di ciò che ho trovato. Ma ci sono alcune province, dove si sa che si sono svolte manifestazioni indoor, ma dove i risultati sono solo ipotesi (tipo quello del Lazio e quello della Campania). Che la Fidal inizi a guardare ai propri affiliati come "utenti" di servizi di cui essa stessa si deve far carico, e non come mucche da mungere. Perfavore.

Commenti? | Jan 26, 2008

Campionati regionali di Stoccolma: botti di inizio anno

Posted by andycop in Mondo Master

Sono rimasto francamente impressionato dai risultati dei Campionati della Regione di Stoccolma Indoor (Stoccolma 20 gennaio). Il giochetto, lo conosciamo ormai tutti: non potendo conoscere lo spessore delle prestazioni ottenute in tutte le categorie, si utilizza come una sorta di caleidoscopio temporale, l'AGC, e si ottengono le prestazioni parametrate ad un giovane virgulto di 20 anni. Orbene, scorrendo i risultati dei Campionati Svedesi, ecco che mi imbatto in un arzillo 92enne che al secolo fa Herbert Liedtke, che si presenta sui 60, sui 200, sui 400: ebbene, quando gli atleti ottengono 100% vuol dire che hanno ottenuto una prestazione simile al record del mondo (il giocattolo AGC si basa come valore precipuo sul record del mondo di ogni singola gara). Risultato: sui 200 Herbert spara un 104,77 (42"74) e sui 60 104,57 (11"97). Sui 400 si avvicina "solo" al record del mondo: 99"12%, pari a 111"96 (che "trasformato" diventa un 43"56 degno di Wariner). Detto questo, è anche vero che esiste un polemica abbastanza radicata, per la quale tali tabelle non sarebbero proprio il massimo della parametrazione. E se la prima voce a sollevare questi dubbi è quella di Vittorio Colò, forse qualche riflessione mi viene da fare (tra l'altro sentivo Colò dire che non era possibile che il suo record del salto in lungo, parametrato ad un ventenne, superasse i 10 mt...). Tornando a Stoccolma, ho trovato un altro super risultato: l'1,54 nel salto in alto di Carl-Erik Sarndal, che, chi legge il nostro sito, ha già conosciuto, essendo l'atleta dell'anno europeo del 2007. Il suo risultato (99,50%) equivale ad un "sotomajorano" 2,44. Oltre il risultato ci sono le sfide tra uomini: ne sottolineo una, alla quale avrei voluto assistere in prima persona: la velocità M70 con Lindqvist, Wennblom e Trondset. Tra 60 e 200 due arrivi al photofinish, con tempi tutti superiori al 92%!. In entambe le circostanze ha vinto Ingvar Lindqvist (8"88 sui 60) ma Lars Wennblom, dall'alto dei suoi 74 anni, ha corso con valori superiori al 95%. Mi preme anche sottolineare le grandi prestazioni del nostro amico inglese Anthony Treacher (impegnato in una querelle internazionale per uno sgarbo subito a Linz), che ha stabilito un ottimo 8"92 nei 60, e 29"03 sui 200. E, più di tutto, 4 vittorie individuali (lui vive in Svezia e gareggia per una società svedese, la IFK Lidingo). Infine registro anche il nuovo record svedese del lancio del peso (13,46) stabilito da Bernhardt Karlsson M75. Nella prossima pagina il ranking dei Campionati Svedesi, con le migliori prestazioni.     

Commenti? | Leggi tutto | Jan 26, 2008

Tortu: "D'Oro ha messo la freccia per il record italiano sui 60 M45"

Posted by andycop in Mondo Master

Ho appena sentito quel raffinato personaggio da "Chanson de Geste" che è Salvino Tortu. Salvino ha comunicato che la sua priorità dell'annata 2008 saranno gli italiani di Bressanone, dove crede che sia Giancarlo D'Oro (che lui stesso ha plasmato negli anni) che Ferido Fornesi, non lo impensieriranno. Anzi, sulla mia velata minaccia che avrei divulgato tutto su questo sito, mi ha testualmente detto "scrivi, scrivi!!". Ebbene, sì: Salvino Tortu ha lanciato il guanto di sfida, e non rinuncerà alla pugna nonostante sia il suo ultimo anno nella categoria M45. Enchantè. Durante la conversazione si è poi calato nelle panni del tecnico, assicurandomi che il suo record di 7"39 sui 60 M45 sarà certamente battuto a breve dal suo delfino Giancarlo D'Oro. Di più, Salvino pensava che il record sarebbe caduto già a Mantova ieri sera, e ci ha rimandato (con collegamento in diretta) a domenica sera, da Aosta, dove Giancarlo D'Oro si ricimenterà sui 60. Parole testuali: "l'ho preparato per correre sotto i 7"30... la gara di Mantova l'ha corsa nonostante fosse stracarico di lavori". La grandezza di Salvino è comunque in ogni singolo (piccolo) gesto. Domenica esordio anche del quarto moschettierie M45: Massimo Clementoni, classe 1959, e una classe cristallina che nel passato l'aveva proiettato a tempi sotto i 10"50. Probabile anche la presenza di Stefano Balsamini (dato in gran spolvero) e, tra i cadetti, del figlio di Salvino, un vero e proprio talento della natura di cui sentiremo sempre più parlare. Dimenticavo: Tortu, in qualità di accompagnatore della brigata, non resisterà al volere possessivo dei blocchi di partenza, quindi, con ogni probabilità, si cimenterà anch'esso in un sessantino di quieta grandezza.

2 commenti | Jan 25, 2008

Lanci nella scuola tedesca

Posted by linfordbif in International

Per quanto riguarda l'attività all'aperto,ovviamente tutto fermo; qualcosa solo sui lanciatori, che si stanno preparando per la COPPA EUROPA INVERNALE DI LANCI, che quest^anno si disputerà a metà marzo a SPALATO (CRO). Si tratta di una manifestazione di risonanza relativa, che di fatto tende a spezzare la monotonia degli allenamenti invernali e fornisce, comunque, una prima verifica di quanto fatto. In campo maschile nel lancio del disco già un buon risultato per l'argento di OSA07, ROBERT HARTING, che a Berlino (19/01) ottiene 62.85 mt. HARTING prosegue la grandissima tradizione teutonica del disco (SCHMIDT, DANNENBERG, SCHULT, RIEDEL...solo per citare i più recenti). Fra le donne si muovono le martelliste: miglior risultato a Frankfurt (19/01) di KATHRIN KLAAS con 67.16m. In grande crescita il giavellotto: la scuola tedesca va di fatto considerata fra le migliori al mondo, se non la migliore. Segnaliamo a Koln (17/01) la ventitreenne LINDA STAHL(finalista ad OSA07) già capace di 62.34m. Senza dimenticare giovani del calibro di ANNIKA SUTHE, VIVIAN ZIMMER, SANDRA SCHAFFARZIK grandi speranze della specialità...(NOUCHISIVESCHI)

Commenti? | Jan 24, 2008

A Mantova, D'Oro si riprende lo scettro dei 60M45

Posted by andycop in Mondo Master

Ho appena ricevuto un paio di messaggi da Giancarlo D'Oro, un grandissimo atleta dell'Ambrosiana (finalista ai Mondiali di Riccione di 100 e 200 M45). Ebbene, posso annunciare ufficialmente che è ricominciata la sfida a distanza tra gli M45 Ferido Fornesi e Giancarlo D'Oro, per lo scettro delle velocità di quella categoria. In realtà il duo sarebbe un trio (aspettando la discesa in pista di Salvino Tortu) senza dimenticarsi del quarto, Clementoni. Comunque, la notizia: a Mantova, Giancarlo ha corso in 7"43 e 7"45, rispondendo al 7"46 e 7"47 di Fornesi . Speriamo si possa ripetere il botta e risposta a suon di record durato per tutto il 2007 dal trio delle meraviglie. Il risultato gli permette anche di insidiarsi nella top-ten dei migliori master dell'anno, con un sontuoso 94,47% dell'AGC.  

2 commenti | Jan 24, 2008

SCOOP (parte I): gole profonde nella FIDAL

Posted by andycop in Mondo Master

Alla fine prevale il senso di informazione: a cosa serve in definitiva un sito internet se non a divulgare notizie? Come dicevo in un'altra news, un anonimo (da una casella di posta fittizia) mi ha spedito due documenti. Una sorta di gola profonda che chissà per quale motivo ci ha spedito questi file che essa stessa definisce: "Sono documenti che nemmeno il consiglio federale ha letto ma è girato solo a livello di giunta esecutiva". Il tono sembra di qualcuno che vive dentro l'ambiente. Noi NON possiamo assolutamente provarne l'autenticità, nè validarne i contenuti. La cosa avrebbe senso anche se fosse palesemente falsa: vorrebbe infatti dire che c'è qualcuno (in Fidal) che vuole fare le scarpe a qualcun altro (sempre in Fidal) corrompendone l'immagine mediaticamente. Ometto la firma in calce al primo documento, premettendo che sarà comunque il secondo dei due ad essere davvero "scottante...".

Il primo documento

1 commento | Leggi tutto | Jan 23, 2008

Indoor in Germania

Posted by linfordbif in International

Ecco i risultati più significativi della stagione indoor tedesca. UOMINI: Nei 60 si mettono in luce TOBIAS UNGER che corre in 6"63 (Sindelfingen 19/01) e RONNY OSTWALD con 6"64 a Dortmund(20/01): entrambi centrano il minimo per i Mondiali indoor di Valencia. Negli 800 mt segnaliamo il risultato di un giovanissimo: SEBASTIAN KEINER (19 anni), che ottiene ad Erfurt (05/01) 1.47"49. (segue..)

Commenti? | Leggi tutto | Jan 22, 2008

5,51mt, ed č Nuovo Record del Mondo M40

Posted by linfordbif in Mondo Master

Come diceva quel vecchio spot: sempre piu´in alto! Ormai e´davvero una impresa il solo star dietro a tutti i Record che ci regala il salto con l´Asta. Nella categoria M40 nuovo Record del mondo di Jeff Hartwig , che durante  la "Derek Miles and Friends Competition"  nel South Dakota -Vermillion ha saltato 5,51mt migliorando il vecchio Record di un centimetro. Al prossimo Record del mondo. ( Daniele Biffi)

Commenti? | Jan 22, 2008

Nelle Montefortiana-Tura vincono vincono Lebid e la Genovese

Posted by linfordbif in Italia

Montefortiana-Tura`: vincono Lebid e la Genovese(Fonte Datasport)   Nella 27.a edizione della Montefortiana-Tura` spiccano l’ucraino Sergey Lebid e l`italiana Bruna Genovese. In campo maschile, sui 10,6 chilometri della gara Lebid ha preceduto il keniano Martin Lel di un solo centesimo. Ottimo terzo, a 15`` dalla coppia di testa, il carabiniere Denis Curzi.

Nella gara femminile stravince la trevigiana Genovese che ha dominato la piu` diretta inseguitrice, Gegia Gualtieri, staccandola di quasi 20 secondi. Terza Stefania Benedetti. (Daniele Biffi)

Commenti? | Jan 22, 2008

Consuntivo indoor: Antonio Rossi (M55) irrompe nei master

Posted by andycop in Mondo Master

L'ultimo weekend ha dato fuoco alle polveri. Molti master in pista, con risulati davvero ecclatanti. Rispolvero l'AGC e scopro che l'M55 Antonio Rossi (grande avversario di Bill Collins) ha sfoderato ad Ancona un 7"95 sui 60 piani che vale ad oggi la miglior prestazione italiana stabilita da un master nel 2008: 95,97!! Ma non c'era solo lui ad Ancona: nella (solo mia) speciale classifica italiana dell'AGC si issa Giovanni Puggioni (M40) con il suo 7"18 (94,90): tempo che come dicevamo varrebbe già la finale mondiale. Per il podio, probabilmente, bisognerà correre in 7"10. I 3000 metri femminili hanno visto il 17 (cos'era... un giovedì?) la prestazione maiuscola di Lucia Soranzo (M55) che quest'anno passerà nelle F60: 11'51"29 che le valgono 94,75. Altro M55 che scala la classifica: Livio Bugiardini con 8"18 ottiene 94,55, staccando quello che fino a settimana scorsa era capolista master:il velocista Marco Boggioni. Ferido Fornesi (M45) sta invece cominciando a tirare cannonate da finale mondiale: 7"46 e 7"47 a Firenze (94,09%). L'ultimo weekend ha visto anche la discesa in pista dell'imperatore (sperando che non soffra di saudade come Adriano) Enrico Saraceni: 51"16 e 92,87, che al momento è l'ottava prestazione overall italiana indoor. Sopra il 90% anche Massimiliano Scarponi (7"30 e 92,66%). Segnalo anche a livello statistico, che Matteo Cibolini, è un classe '73, quindi virtualmente un M35: 15,39 col peso da 7,260... la top-ten

1 commento | Leggi tutto | Jan 21, 2008

Castenedolo indoor: campionati provinciali bresciani

Posted by andycop in Italia
(Andrea Benatti per fidalbrescia.it): mi cito...

PROVINCIALI INDOOR: BRILLANO GELMI E PERINI

60 PIANI: Terremoto nella velocità maschile bresciana: dopo anni di regno, Gianluigi Petrogalli, pur se non affrontato direttamente, perde lo scettro di più veloce della Provincia. Il nuovo “principino” della velocità è Emanuele Gelmi, prodotto del Professor Agostini e della sua società, l’Atl. Vallecamonica. Tra l’altro, scuola che ha come centro nevralgico Darfo Boario Terme, che nel passato aveva visto la “creazione” di atleti da hall of fame (in chiave bresciana) come Walter Comper (tuttora primatista provinciale con 10”4) e Andrea Gnani. Durante i Campionati Provinciali Indoor di Castenedolo, Emanuele Gelmi ha avuto sono un’incertezza, in finale, dove è stato battuto dal mantovano Diego Marani di 1 centesimo (7”04 a 7”05). Titolo provinciale junior comunque per Gelmi, che dà l’impressione di una grande compattezza. Complice un batteria “soft” (corsa in 7”17) che gli ha precluso l’accesso in finale, Gianluigi Petrogalli (Atl. Brescia) si è “accontentato” di vincere la seconda finale con 7”10 facendo proprio il titolo senior. Secondo il redivivo Alberto Gnani (Atl. Vallecamonica) tornato dopo qualche anno di inattività con un signor tempo: 7”13. Nella finale “3”, troviamo la prima promessa bresciana: Luca Carioli (Atl. Brescia) neoacquisto dalla Riccardi di Milano. Per lui un ottimo 7”16, che gli ha consentito di battere, nella medesima gara, Tiziano Amidani e Paolo Loschi (entrambi Atl. Brescia ed entrambi 7”33). Insomma: la creme della velocità bresciana era tutta sui blocchi di partenza (fatta eccezione dei Capriolesi Biffi, Benatti e Makaj). Nelle categorie assolute femminili, troviamo la riconferma della dominatrice della velocità bresciana degli ultimi anni: Michela Tavelli (Atl. Brescia) che con il secondo posto assoluto (lontana la vincitrice, la lecchese Arianna Meles con 7”70) in 7”97 ha vinto il titolo provinciale senior e ha preservato il proprio trono dal tentativo di sorpasso del neo acquisto bresciano Cinzia Nicassio (7”99, ma prima promessa). Terza bresciana, la senior Anna Oneda (Atl. Brescia), 8”54. Tra gli allievi ha vinto l’enfant prodige bergamasco Francesco Ravasio (ricordate l’anno scorso i suoi 300…?) con 7”26 (e 7”25 in batteria). Primo bresciano in finale (dei secondi), Maurizio Anselmini (Virtus Castenedolo) con 7”51. Molto veloce l’allieva milanese Federica Basani, prima con 7”97. Nelle due finali nessuna bresciana presente: curioso pareggio, quindi, spulciando tra le batterie alla ricerca della migliore in provincia, tra Alessandra Neboli (Villanuova ’70) e Agata Bertuzzi (8”47 per entrambe).

Commenti? | Leggi tutto | Jan 21, 2008

Meeting indoor di Ancona: il ritorno di Torrieri e la Canella a 6,53 nel lungo

Posted by andycop in Italia

Da dove comincio? Tanti e tali sono gli spunti del meeting di Ancona, che non saprei come iniziare. Partiamo allora da Marco Torrieri, uno che considero "della classe operaia che va in paradiso". In poche parole uno che si è costruito con il sudore. Il suo 6"75 è di ottima fattura, un buon tentativo sulla strada per ritornare il Torrieri che ben impressionava 3/4 anni fa. In batteria, sulla sua scia un grandissimo Andrea Luciani, che come abbiamo già introdotto nei flash in diretta, ha stampato un mirabolante 6"79. Ma batteria da semifinale di un campionato italiano, con Roberto Donati 6"82, Gavino Dettori 6"93, Gaetano Barone 6"95, e altri due atleti sotto i 7". In batteria ho scorto anche il nome di Gianni Puggioni (M40) che ha corso in 7"18 (decisamente tempo da finale mondiale) e Massimiliano Scarponi (M40) che ha corso in un performante 7"30. La finale (assente Torrieri) ha visto la vittoria di Donati su Luciani (6"82 vs 6"83). Scalpelli terzo con 6"91. Nei 400 torna in pista Enrico Saraceni (M40): 51"16 e Massimiliano Poeta (M35) 51"68 (buoni esordi, direi: con ancora pochissimi allenamenti di velocità nella gambe). Meglio di Poeta l'ottocentista De Bonis (M35) che ha chiuso in 51"62. Gara vinta dal bergamasco colored Juarez Isalbet, unico sotto i 49" (48"89). Nei 1500 maschili vince Troia Daniele in 4'02"50, mentre nell'asta prevale Matteo Rubbiani con 5,10 (stessa misura di Sergio D'Orio... com'è lontano Gibilisco...). Spettacolare lo junior Daniele Greco nel triplo: 15,85. DONNE: non so se sto leggendo bene: ma mi sembra che la CALI' sia proprio ritornata: 7"39 nei 60 dopo un 7"44 in batteria. Quale miglior risposta al 7"40 della Sordelli di ieri?? Nei 400 la bergamasca Marta Milani ottiene un ottimo 54"32. Judit Varga nei 1500 4'20"62 (che è un tempo ragguardevole), mentre nell'alto la MEUTI si riavvicina al 1,90: 1,85. Ma attenzione, attenzione dal salto in lungo femminile: incredibile il 6,53 di Valeria Canella! Risultato che dopo l'era Fiona non si vedeva molto per le pedane italiane. Risultati    

Commenti? | Jan 20, 2008

Terra-Aria di Luciani: 6"79

Posted by andycop in Italia

Edgardo Barcella mi ha appena comunicato del 6"79 del suo compagno di allenamento Andrea Luciani stabilito poco fa ad Ancona in batteria. Miglior tempo del redivivo Torrieri: 6"75. Vedremo più tardi se migliorerà in finale. FINALE: 6"82 per Donati e 6"83 per Luciani. Torrieri non partito. Ecco gli altri SMS ricevuti da Edgardo: "Ritardi vergognosi! Uno scandalo... scrivilo! 58"78 pb per Monachino 400 mt. Markino (Marco Giacinti) per errore messo in ultima batteria senza tempo". Cobra (Enrico Saraceni) 51"16. Max Poeta 51"68. Marta rovetta 8"17 pb 60 metri (allieva)".Altro SMS di Barcella: "De Bonis 51"62 (M35) nei 400 mentre 7"30 e 52"19 di Scarponi. Puggiani (Giovanni Puggioni) mi sembra 7"18". "Markino (Marco Giacinti) 52"38". Nel frattempo ho ricevuto un SMS da Giancarlo D'Oro: "oggi Ferido Fornesi 7"46 a Firenze".

Commenti? | Jan 20, 2008

La rivista Spiridon boccia la FIDAL

Posted by andycop in Italia
Image Hosted by ImageShack.us

Articolo tratto dall'ultimo numero di "Spiridon" 

MA COME CAMBIA LA VITA

Con che panni esce l'atletica italiana dall'imminente letargo 2007? Come per le stagioni non ci sono più le mezze tinte, le sfumature, il bianco ed il nero, il si affermativo né il pollice verso del no. Le medaglie "giapponesi" sono il più abbagliante (ma anche tradente) biglietto da visita. Giovanni Evangelisti, una voce fuori del coro, curiosamente l'atleta più beneficato dell'abbondante ventennio "nebioliano", è stato il più rapido nel denunciare l'isolamento di Howe rispetto alle radici del movimento. In pratica un fiore nel deserto cresciuto spesso a dispetto della volontà federale con l'onorevole compromesso della cogestione dell'ingestibile mother con la condivisione tecnica di Claudio Mazzaufo. E se Schwazer è un prodotto della "llbera repubblica della marcia", riveduta e corretta in salsa Damilano, la Di Martino, tifosa della Cavese, a 29 anni ha prodotto la prima vera stagione di livello internazionale della propria carriera nel salto in alto.

Commenti? | Leggi tutto | Jan 20, 2008
First Page Previous Page Page 133 / 136 (3301 - 3325 of 3396 Total) Next Page Last Page
farmacia online jacono